TV LOCALI IERI E OGGI --- Si ringrazia per le informazioni Encirobot.com, Scelata Tv, Palinsesti storici, e gli amici di storiaradiotv.it --- Se volete inviare materiale dell'emittente della vostra zona oppure scriverci per suggerimenti mandate un e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: tvlocali@email.it

 


 PERSONAGGI TV LOCALI



 

Nella foto: Gianni Magni ed Antonio Fidenzio negli studi di Antenna 3


  

   


 

 

GIANNI MAGNI

Nato a Milano il 16 Maggio 1941  in una famiglia con tradizioni circensi, esordì nel 1953, in giovane età sui palcoscenici teatrali milanesi. Nel 1959 si iscrisse alla scuola di recitazione del Piccolo Teatro di Milano di Giorgio Strehler, abbinandovi corsi di danza classica e coreografia. Nel 1960 venne assunto dalla Rai per interpretare il ruolo di comprimario in alcune trasmissioni con la cantante Milva nelle vesti della protagonista. Rientrato dal servizio militare, conobbe i musicisti ed attori Lino Patruno, Nanni Svampa e Roberto Brivio, coi quali nel 1964 diede vita al primo gruppo cabarettistico italiano, I Gufi. Scioltasi la formazione nel 1969, Magni si dedicherà alla televisione (recitando nel programma La filibusta nella parte dell'Olonese) e poi al cinema, tornando nel 1978 in televisione col programma comico La sberla, di Giancarlo Nicotra. Pochi anni prima aveva condotto con Walter Valdi "Din Don", un programma per la TSI (Televisione della Svizzera Italiana), nella quale vestiva i panni di Don Chisciotte. Numerose sono comunque state le sue apparizioni in programmi Rai quali "Il buono e il cattivo", "Loretta Goggi in quiz", "La storia del vino". Ha partecipato anche ad una delle ultime edizioni del celebre spot della caramella Sperlari con Gianrico Tedeschi. Nel 1981 la formazione originale dei Gufi si riunirà per un ciclo di 40 puntate intitolate Meglio Gufi che mai, trasmesso dall'emittente regionale Antenna 3 Lombardia e diretto da Beppe Recchia. La collaborazione con Antenna 3 proseguì fino al 1984 con due edizioni di "O la va o la spacca" e una di "Caffè doppio" a fianco di Alexander e Anna Mazzamauro. Nel 1985, sempre su Antenna 3, partecipò quale ospite fisso d'onore al programma di Roberto Brivio "Il Parapiglio". Nel 1989 recitò un brevissimo cameo ne I promessi sposi ma la sua carriera era al tramonto. Morì improvvisamente, stroncato da un attacco cardiaco, il 16 luglio 1992