Crea sito

 

 


 PERSONAGGI TV LOCALI



 

Nella foto: (da sinistra) Franco Franchi, Ric, Ettore Andenna,

e Gian (La Bustarella 78-79)


  

Nella foto: (da sinistra) Patrizia Cecchi, Ric, Gian e Melissa. (STRANO MA VERO 1980-81)


Nella foto: Il pubblico alla trasmissione RIC e GIAN PIU

(Antenna 3 Lombardia - 1982 )

 


   


 

 

RIC E GIAN

  Ric e Gian è il nome del duo comico composto da Riccardo Miniggio detto Ric (Torino, 31 dicembre 1935) e Gian Fabio Bosco detto Gian (Firenze, 30 luglio 1936 - Lavagna, 14 febbraio 2010).Alla fine degli anni cinquanta Riccardo Miniggio, cresciuto nel quartiere San Donato di Torino, inizia a frequentare l'Ideal, teatro di rivista situato nei pressi di piazza Statuto, che anni dopo diventerà uno dei più noti cinema cittadini. Qui inizia ad esibirsi come ballerino e come imitatore di Jerry Lewis, e lavora anche con la compagnia di Erminio Macario.

Gian Fabio Bosco, nato a Firenze ma cresciuto a Genova, città di origine della famiglia, è figlio d'arte: sua madre, l'attrice Anna Caroli lavorava nella compagnia di Gilberto Govi. Dopo le prime esperienze di recitazione ancora bambino insieme alla madre, si esibisce con varie compagnie, tra cui quella di Gino Bramieri.

I due si conoscono in un altro noto locale torinese dell'epoca, il Maffei, in via Principe Tommaso, dove Gian recita in una compagnia teatrale insieme al comico Mario Ferrero e Ric si esibisce come ballerino fantasista: i due hanno l'idea di formare un duo comico, e sfruttando le loro conoscenze iniziano ad esibirsi nei locali di Genova e Torino e in breve tempo nelle altre città del nord Italia, con il nome Jerry e Fabio. In breve tempo riescono ad ottenere anche una scrittura in Francia, al Crazy Horse, dove riscuote particolare successo "Lo spogliarello", un loro sketch basato principalmente sulla mimica, in cui interpretano due maldestri giocolieri che tentano di ottenere successo mischiando giochi acrobatici allo strip tease.

È proprio questa scenetta a colpire il produttore cinematografico ed editore Angelo Rizzoli che li ingaggia per girare la pellicola Ischia operazione amore, che uscirà nelle sale nel 1966: Rizzoli decide di cambiare definitivamente il loro nome d'arte da Jerry e Fabio a Ric e Gian. Dopo le prime apparizioni televisive, nel 1966 hanno l'opportunità di essere ospiti fissi nel programma Viva l'astrologo, con Raffaella Carrà. La carriera televisiva del duo continua nel 1967 con Chi ti ha dato la patente?; l'anno successivo Ric e Gian sono ospiti fissi insieme a Paolo Villaggio nel programma domenicale della Rai Quelli della domenica, dove ottengono un grande successo, replicato nel 1969 in Ma che domenica amici, di cui sono conduttori insieme a Carmen Villani. L'anno dopo lavorano con Raffaele Pisu in La domenica è un'altra cosa e nel 1972 conducono Gli ultimi cento secondi.

Tutti i programmi di questo periodo sono realizzati a Milano, dove il duo ha l'occasione di conoscere e frequentare molti dei comici che gravitano intorno al Derby Club, in particolare Cochi Ponzoni, Renato Pozzetto ed Enzo Jannacci. L'attività televisiva continua per molti anni, con programmi realizzati per la RAI in ogni stagione: da ricordare in particolare Quelli della porta accanto, l'edizione di Senza Rete del 1972 condotta da Renato Rascel, È solo un gioco e L'amico della notte.

Alla fine degli anni Settanta, iniziano a lavorare su alcune televisioni private, dapprima su Teleradiocity con il programma La prima volta che, regia di Beppe Recchia; passano poi ad Antenna 3 Lombardia conducendo gli spettacoli Secondo me (1978), sempre con la regia di Recchia, Strano ma vero (1980), con la regia di Cino Tortorella, Ric & Gian show (1981), ancora di Tortorella, Ric e Gian più (1982), regia di Guido Stagnaro, Ric e Gian graffiti (1983), nuovamente con la regia di Tortorella. In quest'ultimo spettacolo la loro valletta è una giovanissima Paola Perego.

Nel 1983, conclusa la fortunatissima stagione con Antenna 3 Lombardia, passano in Fininvest e presentano su Italia 1 il programma Ric e Gian Folies, la sigla di coda, con Edwige Fenech.. Sempre in Fininvest lavorano in Risatissima, in onda su Canale 5, condotta da Milly Carlucci con la regia di Davide Rampello.

Nel 1986 la coppia torna al vecchio schema dello spettacolo serale con Ric e Gian sera, nuovamente con la regia di Cino Tortorella, prodotto negli studi di Antenna 3 ma mandato in onda su Telelombardia. Nel 1987 il duo si scioglie, e i due attori continuano a lavorare separatamente.

Dal 1992 fino al 1994, Ric è tra i presentatori di Striscia la notizia. Nel 2002 il duo torna a recitare insieme nella commedia Una moglie coi baffi, traduzione ed adattamento di Enrico Vaime di Ma femme s'appelle Maurice di Raffy Shart; la collaborazione continua nel 2004 con Pigiama per sei, di Marc Camoletti, insieme a Patrizia Rossetti e con la regia di Beppe Recchia, e nel 2006 con Comunque vada sarà un successo, sempre con Patrizia Rossetti, con testi di Dino Verde curati dal figlio Gaetano Verde: dopo quest'esperienza il duo si divide nuovamente.

Gian a seguito di un aneurisma muore il 14 febbraio 2010 a Lavagna (GE).

Nella foto: (da sinistra) Ric e (a destra) Gian  Sigla del programma: STRANO MA VERO (1981).

 

Nella foto: Gian, Rettore, Ric

(SECONDO ME - 1978 - 79)

 

  

                 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si ringrazia per il materiale fornito http://www.antennatre.net